Bergamini (Fi): Paese immobile, crisi governo atto responsabile

Pol/Bac

Roma, 19 lug. (askanews) - "Stiamo assistendo ormai da mesi a litigi quotidiani mentre il Paese è immobile. E' chiaro che non c'è alcuna capacità di tenuta da parte di questo governo. Sarebbe un gesto di grande responsabilità, da parte di Salvini, Di Maio e Conte prenderne atto e aprire la crisi di governo per tornare al voto. E' in gioco non solo la credibilità di questo governo ma di tutta la politica". Così Deborah Bergamini, deputata di Forza Italia, oggi ai microfoni di Radio Unicusano Campus commenta l'attuale scenario politico.

E sul voto a Von Der Layern in Europa, precisa: "E' nato da una valutazione pragmatica. Non bisogna mai fare l'errore di portare le questioni nazionali, così come anche i litigi, sui tavoli europei. La politica europea è l'arte della negoziazione, bisogna fare in modo di mettere le persone più competenti a ricoprire le posizioni di peso". "Ma per fare questo - conclude l'esponente azzurra - bisogna far parte del gruppo dei forti e purtroppo i sovranismi italiani si scontrano con questo fatto perché pur avendo ottenuto molti voti nel proprio Paese, in Europa sono isolati in gruppi minoritari. Questo significa fare parte dello status quo: promettere cose che non si possono mantenere".