Bergamini (Fi): sicurezza negli aeroporti, elevare gli standard

Pol/Arc

Roma, 31 lug. (askanews) - "Alla luce dei recenti fatti di cronaca, mi piacerebbe capire, quando parliamo di aeroporti sicuri e di tutela dei viaggiatori, quanto siamo veramente al riparo dal rischio di attentati terroristici". Lo scrive in una nota Deborah Bergamini, vicepresidente della commissione Trasporti alla Camera e responsabile Trasporti, Tlc e poste di Forza Italia.

"I controlli negli aeroporti - osserva - sono sempre molto rigidi e minuziosi eppure, se fosse confermato che il coltello da Rambo con cui è stato ucciso il carabiniere Mario Cerciello Rega, è stato imbarcato dai due americani su un volo di linea dalla California fino a Roma, sarebbe gravissimo. Significherebbe, infatti, che un'arma con una lama di 18 cm è riuscita a sfuggire ai controlli di routine. Quanto accaduto preoccupa molto perché evidenzia la vulnerabilità di un sistema e impone di dedicare maggiore attenzione al tema della sicurezza aeroportuale".

"Il Governo assuma ulteriori provvedimenti per garantire la tutela dei passeggeri e degli equipaggi elevando gli standard di sicurezza e i controlli negli aeroporti se non vogliamo trasformare l'Italia in un far west", conclude.