Bergamo, tampona due ragazzi dopo litigio: uno morto e l’altro grave

Bergamo, tampona due ragazzi dopo litigio: uno morto e l’altro grave

Durante la notte tra il 3 e il 4 Agosto, un uomo di 33 anni a seguito di un banale litigio in discoteca ha rincorso e tamponato due giovani ragazzi sopra una Vespa. Uno dei due giovani è morto per le ferite riportate, aveva 21 anni, il suo amico di 18 è ricoverato in condizioni gravissime.

Tampona due ragazzi dopo un litigio

I giovani avevano trascorso la serata estiva nel locale “Setai” ad Orio Al Serio. Durante il finale della serata, è scattato un litigio tra i due ragazzi rispettivamente 21 e 18 anni anni e un uomo di 33. Una volta conclusa la serata, attorno alle 4 del mattino, i giovani si sono diretti alla loro motocicletta, una Vespa, per rientrare a casa. Una volta in strada, sono stati raggiunti dall’uomo, un 33enne alla guida di una Mini Cooper, che li ha tamponati violentemente. I due giovani hanno perso il controllo della moto e si sono schiantati sull’asfalto. Luca Carissimi, 21 anni, ha perso la vita dopo essere stato trasportato in codice rosso all’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Matteo Ferrari, il ragazzo di 18, è in gravissime condizioni in prognosi riservata.

Costituito

Il 33enne, che ha volontariamente tamponato i due ragazzi provocandone la morte di uno e il grave ferimento dell’altro si è costituito spontaneamente. Attorno alle 7 del mattino si è presentato in questura e ha raccontato agli agenti la sua versione dei fatti: ora l’uomo alla è stato arrestato per omicidio stradale e omissione di soccorso. Inoltre è risultato positivo all’etilometro. Subito dopo l’arresto, il 33enne ha avuto un malore ed è stato trasportato all’ospedale.