Bergoglio e le inchieste finanziarie: "Pentola scoperchiata"

webinfo@adnkronos.com

"È la prima volta che in Vaticano la pentola viene scoperchiata da dentro non da fuori. Da fuori tante volte. Ma in questo Papa Benedetto è stato saggio, ha incominciato un processo che è maturato e adesso le istituzioni… che il revisore abbia avuto il coraggio di fare una denuncia scritta contro cinque persone… sta funzionando il revisore". Lo evidenzia il Papa, sul volo di ritorno dal Giappone, parlando degli ultimi scandali finanziari in Vaticano. 

"Davvero non voglio offendere il gruppo Egmont che fa tanto bene e aiuta, ma in questo caso la sovranità appartiene allo Stato, anche la giustizia è più sovrana del potere esecutivo. Non è facile da capirlo ma vi chiedo di capire questa difficoltà”, osserva il Papa.