Berlino, i finti soldati banditi dal mitico Checkpoint Charlie

Ihr

Roma, 4 nov. (askanews) - Le autorità berlinesi hanno deciso oggi, 30 anni dopo la caduta del Muro, di vietare l'accesso al mitico sito di Checkpoint Charlie ai finti soldati americani che si facevano pagare per essere fotografati dai turisti.

Situato nel cuore della capitale tedesca, Checkpoint Charlie è stato durante la Guerra fredda uno dei principali punti di passaggio fra l'Est e l'Ovest all'epoca del Muro. Dal 1989 è uno dei luoghi più visitati dai turisti. Una decina di attori in uniforme americana, vi si trovano in permanenza dall'inizio degli anni 2000 per essere fotografati dai visitatori o per vendere dei falsi visti o timbri dell'epoca della Guerra fredda. (Segue)