Berlino: stop esportazioni armi alla Turchia

webinfo@adnkronos.com

La Germania blocca le esportazioni di armi alla Turchia. Il ministro degli Esteri tedesco Heiko Maas ha annunciato alla 'Bild am Sonntag' che, "sullo sfondo dell'offensiva militare turca nel nord-est della Siria, la Germania non rilascerà più alcun nuovo permesso all'esportazione di attrezzature militari che possano essere utilizzate dalla Turchia in Siria".  

Dopo l'annuncio di Maas, Katrin Goering-Eckardt dei Verdi ha commentato che "il bando del governo tedesco alle esportazioni di armi è un primo passo da lungo atteso: comunque non dovrebbe riguardare solo le future esportazioni, ma anche quelle già approvate". Nella prima metà del 2019, il governo tedesco ha dato il via libera a nuove forniture di armi alla Turchia per un valore di 23,3 milioni di euro, quasi il doppio dell'intero 2018. 

LEGA ARABA - Intanto la Lega Araba sta valutando l'ipotesi di sanzioni contro Ankara. Il segretario generale dell'organizzazione, Ahmed Aboul Gheit, parlando in occasione della riunione straordinaria dei ministri degli Esteri al Cairo, ha detto che la Lega sta considerando di prendere misure diplomatiche, economiche, sugli investimenti e il turismo contro Ankara. 

I ministri degli Esteri dei Paesi della Lega hanno condannato l'offensiva turca, esortando Ankara a ritirare le sue truppe in modo incondizionato e ritenendola responsabile delle conseguenze dell'operazione. Nella dichiarazione finale diffusa al termine della riunione, e sulla quale hanno espresso riserve solo il Qatar e la Somalia, i ministri hanno affermato che l'offensiva rappresenta una violazione della Carta dell'Onu e delle risoluzioni delle Nazioni Unite sull'unità della Siria e hanno poi invitato la comunità internazionale a fare di più per impedire che Ankara ottenga qualsiasi forma di cooperazione militare o di sicurezza che possa aiutare le sue forze in Siria. 

ANKARA - La reazione della Turchia non si fa attendere e alla Lega Araba, in una serie di tweet, il responsabile della comunicazione della presidenza turca Fahrettin Altun ha scritto: "Condanno fortemente la Lega Araba, che in modo distorto ha definito l'operazione antiterrorismo in Siria come un''invasione'".