Berlusconi: "1000 euro di pensione a tutti, possiamo permettercelo"

(Adnkronos) - "Ricordo che abbiamo dato a quasi 2 milioni di persone 1 milione di lire al mese. Ci siamo riusciti, in parte, ma ci siamo riusciti. 1000 euro ce lo possiamo permettere assolutamente". Lo afferma il presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi a Porta a Porta.

"Dipende - aggiunge - da quello che produrrà la flat tax sulle entrate dello stato. Noi pensiamo che produca gli stessi effetti che ha prodotto negli altri stati, e quindi pensiamo di alzare a 1000 euro le pensioni di tutti gli anziani, dei disabili e di nonne e mamme. Tutte queste persone dovrebbero ricevere 1000 euro per 13 mensilità. D'altronde - conclude Berlusconi - oggi con meno di 1000 euro è impossibile vivere dignitosamente, soprattutto nelle grandi città".

"La flat tax consiste in una tassa al 23% per l'inizio, poi, quando si verificheranno si potrà scendere al 15%, che ora è propugnato da Matteo Salvini", spiega.

Sarà possibile fare una riforma di questo genere, secondo l'ex premier, "già nel primo anno, perché essa porta immediatamente un aumento delle entrate dello stato e fa emergere a poco a poco il pil sommerso. Siccome è una tassa giusta e ragionevole, non ci sarà la spinta da parte di chi ora non dichiara il suo pil nella sua entità globale a non pagare le tasse. Quando lo stato ti chiede un quarto di quanto produci con il tuo lavoro, ti sembra una cosa giusta, quando ti chiede il 50% ti sembra un furto, quando ti chiede il 60 ti sembra una rapina. Con il 23% pensiamo che a poco a poco evasione e elusione fiscale spariscano".

Ma non favorisce i ricchi? "Ci sarà una progressività - risponde Berlusconi - accanto al 23% introdurremo una norma che renda i redditi fino a 13 mila euro esenti da qualunque tassa. C'è assolutamente una convenienza anche per i redditi bassi e medio bassi".