Berlusconi apre all’alleanza con Renzi e Orban in Europa

berlusconi renzi orban

Silvio Berlusconi è deciso ad ampliare il proprio circolo di alleanze in Europa, guardando con favore a Matteo Renzi e all’ungherese Viktor Orban. Il leader di Forza Italia lo ha annunciato a margine dell’audizione del commissario Paolo Gentiloni. L’obiettivo del Cavaliere è dare vita a una “grande famiglia della democrazia e della libertà”.

Berlusconi apre a Renzi e Orban

Mentre in Italia i sondaggi rivelano che il peso di Forza Italia nel panorama politico nostrano è sempre minore (a vantaggio degli altri partiti di centrodestra, quello di Matteo Salvini e quello di Giorgia Meloni), Silvio Berlusconi lavora per salvaguardare il potere del Ppe all’interno dell’Europarlamento. “Vediamo come si svilupperanno le politiche europee. Noi siamo per la grande famiglia della democrazia e della libertà di cui siamo parte integrante”, ha commentato l’ex premier. “Pensiamo che il Ppe debba cambiare alleanze, andando ad allearsi con i liberali, con i democratici, con i Verdi e – perché no – anche con il partito di Matteo Renzi in Italia e con quello di Viktor Orban in Ungheria”. A proposito del primo ministro ungherese, il Cavaliere ha aggiunto: “Vogliamo che la sua presenza nel Ppe sia completa e senza limiti“.

Berlusconi a Bruxelles: “Sosteniamo Gentiloni”

Berlusconi ha poi garantito il massimo sostegno da parte del Ppe a Paolo Gentiloni nel suo nuovo ruolo di commissario europeo all’Economia. “Lo sosteniamo come italiano, naturalmente. Può essere riguardoso di tutti i problemi dell’Europa ma sempre avendo come primo input la difesa degli interessi dell’Italia“. Il suo discorso all’Europarlamento “mi è sembrata una prestazione buona, spero che abbia soddisfatto coloro che hanno posto le domande”.