Berlusconi: con Essebsi mondo arabo perde statista saggio

Adm

Roma, 27 lug. (askanews) - "Con la scomparsa del Presidente Beji Caid Essebsi non soltanto la Tunisia, ma il mondo arabo e l'intero bacino del Mediterraneo perdono uno statista saggio e illuminato". Lo dice il leader di Fi Silvio Berlusconi.

"Primo presidente della Tunisia eletto democraticamente, dopo la caduta di Ben Alì, aveva saputo garantire un'evoluzione pluralista evitando il prevalere dell'integralismo islamico ed operando con equilibrio nel complesso scenario internazionale della sponda sud del Mediterraneo".

"Grazie soprattutto a lui - ricorda - oggi la Tunisia è un modello fra i paesi arabi del Mediterraneo, per grado di libertà, di democrazia, di laicità dello Stato, di pluralismo. Al Presidente Essebsi mi legavano molti anni di consuetudine ed amicizia; mi mancheranno la sua visione profonda e lungimirante del futuro del Mediterraneo e del mondo islamico".

Conclude Berlusconi: "Spero e credo che sotto la guida dei suoi successori la Tunisia continuerà a rappresentare un paradigma ed un esempio fra i paesi che sono stati protagonisti delle primavere arabe".