Berlusconi: doppiato Lega, senza FI centrodestra non vince

Fdv

Roma, 29 gen. (askanews) - Alle elezioni in Calabria "abbiamo più che doppiato" la Lega. "Se si sommano le liste in cui si è divisa Forza Italia in Calabria siamo oltre il 27%. Direi che FI è il partito del riscatto del Sud, ma non può essere assolutamente il partito del Sud o del Nord: siamo una importante forza politica nazionale". Lo ha detto Silvio Berlusconi in una intervista al Corriere della Sera chiarendo che gli esiti delle urne di domenica "non mi sembrano paragonabili: in Calabria c'è stata una vittoria clamorosa di una bravissima candidata espressa da Forza Italia, che rappresenta un segnale di svolta e di riscossa non solo per la sua regione ma per l'intero Mezzogiorno; in Emilia-Romagna si trattava di una sfida anticaedifficile combattuta con impegno fino all'ultimo momento».

L'ex premier ha sostenuto che "il centrodestra non vince senza un centro liberale, cattolico, garantista e forte che solo noi possiamo far esistere. La destra, da sola, può prendere molti voti, ma non può vincere e tanto meno governare. Naturalmente - ha rilevato Berlusconi - sta a noi dare vita a un centrodestra liberale, democratico, cattolico, garantista. In Emilia-Romagna la violenta polarizzazione e la personalizzazione dello scontro politico probabilmente hanno scoraggiato gli elettori moderati».

«Durante la campagna elettorale - ha continuato - ho sempre sostenuto che il primo scopo delle elezioni regionali era quello di scegliere un buon governatore per la Regione e non quello di fare un sondaggio politico nazionale. Naturalmente era chiaro a tutti che una sconfitta della sinistra in Emilia-Romagna avrebbe avuto una forte valenza nazionale».