Berlusconi, Fi diversa da Lega e FdI. Noi contro sovranismo

Lsa

Roma, 22 set. (askanews) - "Dobbiamo, come nel '94, ridare voce a una Italia che al di fuori di noi non è più rappresentata, nell'epoca del sovranismo e populismo". Lo ha affermato il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi, collegato alla convention di Forza Italia a Viterbo. Anche nel '94, quando scese in campo Forza Italia, ricorda Berlusconi "sembrava non ci fosse alternativa alla sinistra stalinista. Oggi si percepiscono due Italie contrapposte e incattivite: quella della destra sovranista e quella della sinistra populista e statalista. Visioni che non danno una prospettiva al nostro Paese. Dalla crisi - ha detto - non si esce nè con lo statalismo, nè con il sovranismo". Berlusconi si è poi rivolto alle altre due forze del centrodestra la Lega e Fratelli d'Italia. "Agli alleati di Lega e Fdi dico che siamo diversi. Combattiamo insieme la battaglia del centrodestra ma - ha rimarcato - non la battaglia sovranista. Quello di Salvini, pur efficace, non è il nostro linguaggio, non sono i nostri contenuti". "Non è pensabile - ha concluso Berlusconi - un partito unico del centrodestra a trazione sovranista. L'opa di Salvini su Fi? E' fallita. Fi è sana, integra, pronta a rilanciarsi".