Berlusconi: Fi unita, governo unità nazionale oppure al voto

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 25 gen. (askanews) - Forza Italia è "compatta": la soluzione alla crisi può venire solo da un governo di unità nazionale, non certo da un sostegno degli azzurri all'attuale esecutivo. Lo afferma in una nota il presidente Silvio Berlusconi, sottolineando che se non si verificassero le condizioni per questo esito allora resterebbe solo il ricorso al voto anticipato.

Afferma l'ex premier: "In relazione a notizie di stampa diffuse in questi giorni, voglio chiarire ancora una volta che nessuna trattativa è in corso, né ovviamente da parte mia, né di alcuno dei miei collaboratori, né di deputati o senatori di Forza Italia, per un eventuale sostegno di qualunque tipo al governo in carica. L'implosione dell'attuale maggioranza sotto il peso delle sue contraddizioni è naturale conseguenza della sua origine improvvisata e contraddittoria, che contraddiceva il responso delle urne e che era finalizzata esclusivamente ad impedire al centro-destra di governare".

Dunque per Berlusconi "la strada maestra è una sola: rimettere alla saggezza politica e all'autorevolezza istituzionale del Capo dello Stato di indicare la soluzione della crisi, attraverso un nuovo governo che rappresenti l'unità sostanziale del paese in un momento di emergenza oppure restituire la parola agli italiani. Mi auguro che il Presidente del Consiglio sia consapevole dell'ineludibilità di questa strada. Qualunque altra soluzione significa prolungare una paralisi che il Paese non si può permettere e che quindi ovviamente non ci vede disponibili".

Di tutto questo, assicura in conclusione Berlusconi, "ho ragionato a lungo con i miei collaboratori e con i vertici di Forza Italia e posso garantire un'assoluta unità di valutazioni o di intenti. Tentare di dividerci è impossibile ed inutile: chi si illudesse del contrario commetterebbe un grave errore di valutazione".