Berlusconi: fine prescrizione? Ci batteremo contro questa follia

Pol/Vlm

Roma, 16 nov. (askanews) - Intervistato oggi sul Foglio, l'ex presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, interviene sul tema della fine della prescrizione.

Chiede il Foglio: Il primo gennaio del 2020, grazie a una legge approvata dalla maggioranza precedente, compresa la Lega, l'Italia sperimenterà un abominio giuridico: la fine della prescrizione. Forza Italia cercherà in qualche modo di creare una maggioranza alternativa in Parlamento per capire se il Pd ha intenzione o no di accettare questo abominio? Risposta: "Ci batteremo con tutte le nostre forze contro questa follia, indegna della civiltà giuridica dell'Italia. L'idea che un cittadino possa essere tenuto sotto processo per un tempo indefinito, a discrezione dei giudici, si trova solo nei peggiori incubi di Kafka. Penso che la Lega abbia votato questa norma solo perché costretta dal M5S, e che non la condivida. Quando al PD, dovrebbero essere contrari, ma in materia di giustizia abbiamo visto di tutto… purtroppo questo è il governo delle cinque sinistre, non quattro come si dice di solito. Oltre a PD, Cinque Stelle, Leu e Italia viva ne fanno parte le correnti di sinistra dell'Associazione Magistrati, i fanatici ideologi del peggiore giustizialismo alla Piercamillo Davigo".