Berlusconi: "Il nazionalismo è una tragedia europea, va combattuto"

Pol/Vlm

Roma, 16 nov. (askanews) - Intervistato oggi sul Foglio, l'ex presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, spiega perché il nazionalismo va combattuto in ogni modo possibile: "Io credo che dobbiamo intenderci sul significato di sovranismo, che è un termine ambiguo. Se significa orgoglio della nostra identità, delle nostre radici, della nostra fede religiosa, del nostro stile di vita, delle nostre libertà, che hanno un valore universale, allora il primo sovranista sono io".

"Se invece è quel nazionalismo che è stato all'origine delle peggiori tragedie dei '900 e ha distrutto il ruolo dell'Europa nel mondo, della guerra mondiale 'inutile strage' secondo le parole di Papa Benedetto XV, allora va combattuto in tutti i modi", aggiunge il leader di Forza Italia.