Berlusconi, il processo per le cene eleganti potrebbe capitare nei giorni del voto

·1 minuto per la lettura
berlusconi
berlusconi

Brutte notizie per Silvio Berlusconi: nei giorni del voto per decidere chi sarà il prossimo presidente della Repubblica potrebbe esserci il processo per le cene eleganti.

Silvio Berlusconi e le cene eleganti: il processo

Non arrivano buone notizie nella corsa al Quirinale per Silvio Berlusconi. Il 21 gennaio, infatti, proprio mentre il Parlamento potrebbe essere chiamato al voto per la scelta del nuovo capo dello Stato, Berlusconi dovrebbe andare a processo. Il Cavaliere si trova sotto accusa per induzione a mentire. Avrebbe infatti pagato l’imprenditore Gianpaolo Tarantini perché raccontasse ai magistrati che i famosi incontri nelle sue residenze fossero semplicemente cene eleganti.

Silvio Berlusconi e le cene eleganti: la tesi smontata

Secondo la difesa Berlusconi non sapeva che le donne presenti in quegli incontri fossero escort. Una tesi smontata dalla Cassazione che ha confermato la condanna per Tarantini per sfruttamento della prostituzione.

Silvio Berlusconi e le cene eleganti: come si è arrivati a questo punto

I fatti di cui stiamo parlando risalgono al 2008 e 2009, ma il processo non ha ancora visto nemmeno una sentenza di primo grado. Questo è accaduto per diversi motivi: l’udienza preliminare si è protratta per oltre 4 anni tra rinvii chiesti dalla difesa e altri problemi come il rischio di crollo del palazzo di giustizia di Bari, che ha costretto a trasferire le aule in delle tende.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli