Berlusconi imprenditore in una mostra immersiva a Milano

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 14 apr. (askanews) - Da imprenditore, a leader politico, a soggetto di una mostra storica: Silvio Berlusconi continua a fare notizia. Il racconto di un periodo di storia italiana - dal 1956 al 1993 - attraverso la biografia di un imprenditore. È l'obiettivo di "Piano B", mostra immersiva dedicata a Silvio Berlusconi uomo d'impresa attraverso immagini, voci, musiche capaci di far rivivere l'avventura iniziale nel mondo del mattone passando poi per le televisioni, la grande distribuzione fino ai trionfi nel calcio. L'esposizione, promossa da Gruppo MilanoCard, arriverà a Milano nel periodo autunnale.

Negli ultimi 25 anni siamo stati abituati a sentire parlare solo del Berlusconi politico. Ma prima di essere l'uomo politico che tutti conosciamo, condividendone o meno le posizioni, Berlusconi è stato un imprenditore capace con le sue intuizioni di cambiare il volto dell'Italia. "Piano B" vuole riproporre la narrazione di questa epica berlusconiana, con tutti i suoi successi e anche le sue contraddizioni. Il Berlusconi imprenditore non ha costruito solo grandi aziende per sé, ma ha cambiato lo stile di vita degli italiani. Ha accelerato la modernizzazione del paese in modo anche dirompente, ha introdotto linguaggi e visioni nuove grazie alla leva potente della televisione. "Piano B" è una narrazione "immersiva" perché vuole riportare il visitatore nel clima di quei decenni, per fargli rivivere la velocità dei cambiamenti e l'energia nuova immessa nella società italiana.

"Piano B" - spiegano da MilanoCard - non vuole dare un giudizio storico sul personaggio Berlusconi, ma riproporre un pezzo di storia che è storia collettiva, nei suoi lati positivi e in quelli negativi. L'avventura imprenditoriale di Berlusconi è frutto di tante intuizioni in anticipo sui tempi ma ha anche le caratteristiche di un sogno che ci ha riguardato e spesso affascinato tutti.

Il titolo scelto per la mostra, Piano B, è per i promotori "sinonimo del fatto che Berlusconi, come ogni vero imprenditore, si è sempre tenuto aperto più strade per realizzare i suoi progetti, per realizzare le proprie visioni e affrontare le sfide più complesse. Ma è anche sinonimo dell'alternativa che ha offerto allo sviluppo del Paese".