Berlusconi: Italia peggiorata per valori euro accettati da Prodi

Bar

Roma, 2 gen. (askanews) - Rispetto a 24 anni fa, quando avviò il suo impegno politico fondando Forza Italia, l'Italia secondo Silvio Berlusconi è peggiorata per colpa dell'euro, e migliorata grazie all'alta velocità. Lo ha affermato il leader azzurro in un'intervista concessa al Corriere dell'Umbria, parzialmente riprodotta sul sito internet del quotidiano.

A giudizio dell'ex premier "alcuni cambiamenti sono stati in peggio, come l'introduzione dell'Euro con quelle modalità e a quei valori improvvidamente accettati da Prodi, che ha dimezzato i redditi e i risparmi degli italiani, altre in meglio, come ad esempio l'alta velocità ferroviaria, che ha reso il Paese più competitivo".

"Direi però - ha osservato ancora Berlusconi - che i grandi nodi rimangono da sciogliere, e gli italiani oggi sono più scettici e più delusi, dopo quattro governi della sinistra che non sono stati scelti dai cittadini. D'altronde come potrebbero non essere scettiche e deluse, per esempio, le popolazioni dell'Italia centrale colpite dal terremoto, che - a differenza di quanto avvenne nel 2009 all'Aquila quando governavamo noi - oggi a due anni dal terremoto non riescono ancora ad avere un tetto sicuro e non vedono ripartire la ricostruzione?".