Berlusconi lancia Altra Italia: “Da qui nascerà il mio successore”

Berlusconi Altra Italia

É nell’ultimo libro di Bruno Vespa, Perché l’Italia diventò fascista (e perché il fascismo non può tornare) in uscita il 6 novembre 2019, che Berlusconi ha espresso la volontà di fondare Altra Italia. Si tratta di un nucleo federato a Forza Italia che affiancherà il partito e partirà da alcune esperienze civiche che si ispirano ai suoi valori.

Berlusconi lancia Altra Italia

Il Cavaliere ha lanciato l’idea di fondare due o tre nuclei di questa nuova federazione in ogni regione. Questo per dare vita ad una struttura giovane che possa allargare le maglie del suo partito. Il tutto senza che una forza abbia preminenza sull’altra.

Un’idea che ha più spesso manifestato con l’obiettivo di coinvolgere i milioni di italiani che si definiscono liberali, conservatori e moderati ma che non votano nessun partito attualmente in campo. Un modo anche per cercare il suo successore, ovvero colui che guiderà Forza Italia quando lascerà l’incarico. Spiega infatti di averlo sempre cercato tra i coordinatori nazionali, senza però aver mai trovato una personalità che ne fosse degna.

Se ne sono avvicendati tanti, ma quelli che si candidavano come miei successori non sono stati avvertiti come tali dal nostro Movimento e se ne sono andati“, ha dichiarato. Aggiungendo anche che chi ha lasciato il suo partito non ha mai fatto una bella fine, lanciando forse un monito a chi ultimamente sembra volerci pensare.

Insomma un appello a tutti coloro che oggi sono privi di rappresentanza, non vanno a votare o disperdono il loro voto. Con lo scopo da una parte di allargare la coalizione di centrodestra e dall’altra di “non assistere passivamente al deteriorarsi della situazione politica del paese“.