Berlusconi, legale: ha bisogno di 15 giorni di riposo assoluto

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 27 gen. (askanews) - Le "condizioni di salute" di Silvio Berlsconi gli impongono "un periodo di riposo assoluto di 15 giorni". E' quanto emerge dalla certificazione medica firmata da Alberto Zangrillo, primario del reparto di anestesia dell'ospedale San Raffaele e medico personale del leader di Forza Italia, e depositata dall'avvocato Federico Cecconi, uno dei difensori dell'ex premier, ai giudici del Tribunale di Milano titolari del processo noto come Ruby ter.

Il legale non ha formalizzato nessuna richiesta di rinvio per legittimo impedimento e non si è opposto all'esame dei testimoni da ascoltare nell'udienza di oggi. Ma ha comunque deciso di depositare l'ultimo certificato medico (che risale al 19 gennaio scorso) per "un monitoraggio processuale sulle condizioni di salute del mio assistito successive alle dimissioni dall'ospedale di Montecarlo" dove l'ex premier fu ricoverato per alcuni accertamenti di natura cardiaca.

Berlusconi è anche imputato a Bari per il giro di esort organizzato dall'imprenditore Gianpaolo Tarantini e il processo, ha sottolineato l'avvocato Cecconi in aula, "è stato rinviato a maggio proprio sulla base di quella certificazione medica".