Berlusconi: Non faremo un campagna elettorale contro Monti

Roma, 1 nov. (LaPresse) - "Non faremo una campagna elettorale contro Monti. Ma siamo convinti che l'austerità imposta dall'Unione europea, a noi come ad altri Paesi, su pressione di una Germania che svolge un ruolo da Paese egemone, con un'egemonia non solidale ma egoista, abbia immesso l'economia in una spirale recessiva senza fine". Così il leader del Pdl, Silvio Berlusconi. "Dobbiamo assolutamente uscirne al più presto - aggiunge - invertendo la nostra politica economica". L'ex presidente del Consiglio torna a parlare anche della nuova legge elettorale. "I tempi - dice - ci sono tutti. Il Porcellum lo vuole il Pd, non noi. A mio giudizio, il sistema migliore è il sistema spagnolo, che comporta un'alta soglia di sbarramento. Converrebbe anche al Partito democratico, perché privilegia i primi due partiti, funziona benissimo e garantisce la governabilità in Parlamento". "Le preferenze sono un'anomalia italiana. Io sono letteralmente terrorizzato dal voto di scambio. Non si dimentichi - conclude il Cavaliere - che Fiorito nel Lazio e Zambetti in Lombardia sono stati eletti con le preferenze".

Ricerca

Le notizie del giorno