Berlusconi, nuovo ricovero: a rischio la corsa per le europee

Berlusconi nuovo ricovero

Nuovo ricovero per Silvio Berlusconi, che è tornato all’ospedale San Raffaele di Milano dopo aver accusato un malore. L’ex premier si è sottoposto a controlli medici, riferisce il Messaggero, ma secondo fonti a lui vicine sembra che abbia già fatto ritorno a casa, insieme alla compagna Francesca Pascale. Resta alta, tuttavia, la preoccupazione della famiglia, che da tempo invita il Cavaliere a pensare alla propria salute e a evitare lo stress che deriva da un’importante campagna elettorale.

Europee a rischio

Sembra, però, che la partecipazione di Berlusconi alle europee 2019 potrebbe essere messa a rischio da un altro fattore, legato non al suo stato di salute ma alle dinamiche elettorali. Il timore che serpeggia tra i vertici di Forza Italia è che il partito, con l’ex premier in prima linea, potrebbe non raggiungere la soglia del 10%, l’asticella considerata il minimo per la sopravvivenza dopo le urne. Il Cavaliere potrebbe dunque non essere la scelta ottimale per un’efficace campagna elettorale. Al momento, tuttavia, tutto procede in vista di maggio e i vertici di FI si stringono nella speranza di raggiungere il risultato desiderato. In caso contrario, si prospetta una fase di forte crisi per il partito.

Forza Italia dopo le elezioni

“Il rinnovamento di FI sarà praticabile se il partito ottiene il miglior risultato possibile. Altrimenti, sarà molto difficile”, ha dichiarato Paolo Romani, storico braccio destro di Berlusconi, in un’intervista rilasciata a La Stampa. Preoccupa la fuoriuscita di nomi importanti come Giovanni Toti ed Elisabetta Gardini, ma anche il crescente consenso raccolto dalla Lega. “È possibile che Salvini voglia tornare al centrodestra“, ha ammesso Romani. “Ma sarebbe un centrodestra a guida Salvini e probabilmente privo di Berlusconi. Con la legge elettorale attuale, con il suo 35% e il 4% di FdI, ha solo bisogno di un altro 4% per conquistare la maggioranza. Qualcuno pensa possa arrivare dal partito di Toti”.