Berlusconi: pm Roma, no anomalie in assegnazione sezione Cassazione

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 19 mar. (Adnkronos) – Non ci furono irregolarità nell’assegnazione alla terza sezione feriale e al collegio della Cassazione che nel 2013 condannò Silvio Berlusconi per frode fiscale nel processo Mediaset. E’ quanto sostiene la Procura di Roma che ha chiesto l’archiviazione del procedimento legato alla denuncia presentata dal giudice Antonio Esposito, presidente del collegio, in cui si ipotizzava il reato di vilipendio alla magistratura. A far scattare la denuncia furono le polemiche della scorsa estate scoppiate in seguito ad alcuni audio del giudice Amedeo Franco, relatore nel processo.

I pm capitolini, coordinati dal procuratore aggiunto Paolo Ielo, durante le indagini non hanno riscontrato alcuna anomalia nell’assegnazione del procedimento mentre hanno chiuso le indagini sul filone per diffamazione contro alcuni giornalisti e politici.