Berlusconi,Polverini: delitto contro Stato,attentato a democrazia

Pol/Vep

Roma, 30 giu. (askanews) - "La persecuzione giudiziaria subita da Silvio Berlusconi - costretto a trascorrere una parte importante della propria vita a difendersi da accuse pretestuose e inconsistenti -, stata un delitto contro lo Stato e un attentato alla democrazia parlamentare. Contro il leader di Forza Italia si consumata non solo la follia di una legge retroattiva che ne ha comportato l'espulsione dal Senato, ma soprattutto e prioritariamente, si messa in atto una precisa strategia giudiziaria configurabile, alla luce delle intercettazioni del magistrato Andrea Franco, come un vero e proprio "golpe".Adesso non si tratta di riscrivere la storia e neppure di restituire l'onore, mai perso, a Berlusconi; si tratta di ripristinare lo Stato di diritto facendo luce su vent'anni di inchieste giudiziarie che hanno - a questo punto non pi casualmente - coinciso con la stagione politica del leader di Forza Italia". Cos in una nota Renata Polverini, deputata di Forza Italia.