Berlusconi: I populisti? Grave errore snobbarli

redazione web
Berlusconi: I populisti? Grave errore snobbarli

"Credo che uno dei peggiori errori che si possano fare sia quello di parlare con sufficienza del cosiddetto populismo". Lo ha detto Silvio Berlusconi in una lunga intervista al 'Mattino' in cui sottolinea che "la sufficienza snobbistica con la quale la sinistra liquida il populismo, cioè le legittime preoccupazioni di molti cittadini, come se fossero  un atteggiamento rozzo e retrogrado, è una tipica dimostrazione di miopia". In Europa "questi movimenti non soltanto non vincono mai - ha proseguito -, ma finiscono con il favorire la vittoria della sinistra, come potrebbe accadere con Macron in Francia. Credo che dobbiamo rompere questo schema, sapendo interpretare le ragioni del cosiddetto populismo e tradurle in un progetto serio di governo credibile sul piano internazionale". "Le classi  dirigenti europee sono a una svolta: o sapranno interpretare le  nuove domande che vengono dal popolo, o saranno inesorabilmente messe da parte, magari da forze veramente pericolose come quelle  arruolate in Italia da Beppe Grillo". Quanto agli scenari nostrani, per l'ex premier "immaginare una sorta di innaturale alleanza fra destra e sinistra per combattere Grillo sarebbe il modo migliore per fargli avere nuovi consensi. Anche per evitare il pericolo M5s, di fronte  all'implosione e al fallimento del Pd, l'unica soluzione è un centrodestra forte, credibile, vincente, liberale". In attesa della sentenza della Corte di Strasburgo sull'incandidabilità, che auspica arrivi "in tempo  utile" per le elezioni, Berlusconi rimarca che "la sfida in Italia non è solo quella di battere i grillini. Il Movimento  Cinque Stelle è un pericolo, certamente, ma dobbiamo anche  mettere fine al cattivo governo del Partito democratico che non ha risolto nessuno dei problemi del nostro Paese". 

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità