Berlusconi 'riapre' Villa Gernetto e lancia i 'portabandiera di Forza Italia'

·1 minuto per la lettura

Fi va riorganizzata nei prossime mesi ma bisogna marciare uniti, è il monito di Silvio Berlusconi lanciato durante la prima riunione in 'presenza' dei coordinatori regionali di Fi ad Arcore. Il Cav promette di voler mettere mano al partito sul territorio, di cambiare struttura, puntando moltissimo sulla nomina dei nuovi coordinatori provinciali, che dovranno prepararsi con una serie di corsi di formazione. Per l'occasione l'ex premier rilancerà 'l'Università liberal' fondata nel 2007 e riaprirà anche 'Villa Gernetto', reggia-ateneo del leader azzurro. I coordinatori provinciali, a loro volta, secondo il suo nuovo piano di riassetto del movimento azzurro, dovranno ''attivarsi per individuare un 'portabandiera' di Forza Italia possibilmente in ogni Comune italiano".

"A disposizione di questa struttura che ci avviamo a costruire -annuncia ai suoi- ho deciso di mettere la nostra Università del Pensiero Liberale, che verrà riattivata con una serie di corsi di formazione, sulla politica, sull’economia e sull’attività amministrativa. Dei veri e propri corsi on-line per i quali abbiamo già individuato gli esperti e che poi si concluderanno in presenza nella prestigiosa sede di Villa Gernetto".

"Questi corsi - ai quali potranno partecipare anche i nostri eletti nei Comuni e nelle Regioni -assicura Berlusconi- serviranno a ricostruire una squadra preparata e motivata, in vista delle prossime decisive scadenze elettorali". Al "tempo stesso", ha spiegato, i "coordinatori dovranno rilanciare l’attività sul territorio, per far conoscere l’importanza del nostro contributo al buon lavoro che sta svolgendo il governo Draghi".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli