Berlusconi a Salvini: “Hai consegnato il paese alla sinistra”

Berlusconi Salvini

Dopo il colloquio con Conte, Berlusconi ha ribadito che Forza Italia non sosterrà la maggioranza che sta per nascere. Ha inoltre accusato Matteo Salvini di aver consegnato il paese alla sinistra e di aver spinto fino all’ultimo per resuscitare il precedente esecutivo.

Berlusconi contro Salvini

Le consultazioni di Giuseppe Conte con i diversi partiti si stanno ormai avviando alla conclusione. Dopo il colloquio con Fratelli d’Italia e la Lega, a cui Meloni e Salvini non hanno partecipato, è stata la volta della delegazione di Forza Italia.

All’uscita dalla Camera Berlusconi ha ribadito la posizione che il suo partito terrà nei confronti del (possibile) nuovo governo. “Non sosterremo l’operazione politica che si sta mettendo in atto, fragile e del tutto inadatta a risolvere i problemi del paese“, ha infatti dichiarato. L’opposizione di Forza Italia sarà ferma e coerente ma composta. Verrà condotta in Parlamento, ma annuncia mobilitazioni nel caso aumenti la pressione fiscale o l’oppressione giudiziaria.

Per lui la soluzione migliore sarebbe stata ritornare alle urne, “dato che il centrodestra ha dimostrato in tutte le precedenti elezioni di essere maggioritario nel paese“. Berlusconi non ha perso l’occasione di attaccare Matteo Salvini, accusandolo di aver consegnato il paese alla sinistra.

Ha poi definito “un problema politico molto serio” il fatto che l'(ormai) ex Ministro dell’Interno abbia tentato in ogni modo di ricompattare l’alleanza gialloverde, arrivando addirittura a formalizzare l’ok alla presidenza di Di Maio.