Berlusconi scrive agli Occhiuto: restate con noi

Bar

Roma, 26 dic. (askanews) - Con un appello in extremis Silvio Berlusconi cerca di evitare la divisione del centrodestra in Calabria, dopo il veto opposto dalla Lega ai fratelli Occhiuto che ha portato alla candidatura di Jole Santelli alla presidenza della Regione. "Caro Mario, caro Roberto, in un momento così delicato e decisivo per il futuro della Calabria, con importanti ripercussioni anche a livello nazionale, sento il dovere - scrive il leader di Forza Italia ai due esponenti azzurri calabresi - di fare appello alla Vostra passione civile, all'amore disinteressato per la Vostra terra che avete tante volte dimostrato, alla coerenza di un percorso politico che non può essere messa in discussione".

"So bene - dice l'ex premier - quello che Voi rappresentate per la Calabria. Mario Occhiuto è un grande sindaco di Cosenza, il migliore nella storia recente della Vostra città. Ha fatto e sta facendo grandi cose per rendere Cosenza non solo più vivibile ma anche più bella. Roberto dal canto suo è oggi uno dei nostri parlamentari più stimati e autorevoli, dopo un'importante esperienza in Consiglio Regionale, ed ho avuto tante volte occasione di apprezzarne la competenza e l'amore per la sua regione".

"Per questo - prosegue la lettera - sono convinto che, per ragioni diverse, sia Mario che Roberto sarebbero stati ottimi presidenti della Regione Calabria. Purtroppo questo non è stato possibile per ragioni che non dipendono da noi. Tuttavia vi sono dei momenti nei quali un leader deve assumersi responsabilità anche dolorose, nei confronti di amici stimati. In questo caso, ho dovuto far prevalere la necessità di tenere unita la coalizione, pensando al bene dell'Italia, di Forza Italia, della coalizione di centro-destra e soprattutto della Calabria, la terra che Voi tanto amate. E' troppo importante imprimere una svolta, cambiare il futuro di una Regione costretta all'immobilismo da anni di cattiva gestione che hanno trasformato una terra splendida, con una popolazione straordinaria, in una delle zone più profondamente disagiate del nostro Paese".

A giudizio di Berlusconi "solo il centro-destra unito può determinare questa svolta. Per questo mi auguro - anzi conoscendo il Vostro amore disinteressato per la Calabria mi permetto di dire che sono certo - che pur nella comprensibile amarezza personale vorrete continuare il Vostro percorso con noi, rinunciando a scelte che avvantaggerebbero solo i nostri avversari".

(segue)