Berlusconi: se cade il Governo Mattarella valuterà strada opportuna

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 22 dic. (askanews) - "Noi siamo i garanti in Europa e nel mondo del carattere liberale del centro-destra in Italia. La nostra identità di centro liberale significa però che siamo del tutto incompatibili con la sinistra in ogni sua declinazione. In questi mesi, lo sapete, ci siamo offerti di dare una mano, mettendo da parte i conflitti. C'è stato però chi ha frainteso la nostra disponibilità". Lo ha detto il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, parlando in videoconferenza ai gruppi parlamentari e alle strutture organizzative del partito. "Qualcuno - ha spiegato, secondo la sintesi dell'intervento diffusa dal suo ufficio stampa - ha pensato che fossimo disposti a sostenere in qualche modo un governo che è in grande difficoltà per le divisioni nella sua maggioranza parlamentare. Un governo che versa in difficoltà ogni giorno maggiori".

"Le loro difficoltà - ha affermato l'ex premier - nascono dal fatto che a differenza di noi non sono uniti da un progetto per il Paese, ma solo dalla voglia di occupare il potere. Però il collante che le tiene insieme, la paura di una svolta come quella che gli italiani vorrebbero, è molto forte. Se poi il Governo dovesse davvero cadere, sarà il capo dello Stato a valutare la strada più opportuna, se esistano le condizioni per restituire finalmente la parola agli italiani, o se invece sia opportuno esplorare un'altra strada in Parlamento".

"In ogni caso noi non siamo interessati a sostenere né questo governo né un altro esecutivo con forze politiche incompatibili con noi. Noi non svenderemo mai la nostra storia, la nostra coerenza, i nostri valori", ha aggiunto Berlusconi.