Bernab: taglio Iva inutile e dannoso. Bond patriottici? Difficile

Rea

Roma, 28 giu. (askanews) - Un taglio dell'Iva sarebbe "del tutto inutile. E dannoso". E' la convinzione di Franco Bernab, gi alla guida di alcune delle pi importanti aziende italiane, ospite di Mezz'orainpi. "Gli italiani hanno accumulato credo 50 miliardi nei conti correnti perch sono tre mesi che non spendono assolutamente niente e continuano a spendere molto poco. Non vedo come un taglio dell'Iva, che una decisione costosissima per l'erario, possa in qualche modo rilanciare i consumi", ha spiegato il manager.

Bernab ha commentanto anche l'ipotesi di 'dirottare' il risparmio degli italiani sui titoli di Stato: "Il risparmio degli itlaiani dopo la liberalizzazione dei capitali si diretto principalmente in strumenti gestiti dall'estero, quindi l'idea che si possa in qualche modo costringere le famiglie italiane a sostenere l'enorme debito pubblico del tutto illusoria. L'idea di bond patriottici senza un taglio deciso alla libert di movimento del capitale credo non si possa fare".

Infine, il ritorno dello Stato in economia: "Sono agnostico. Se lo Stato rispetta le regole del mercato, il fatto che partecipi all'azionariato non lo trovo di per s criticabile. Ma spesso non lo Stato ma i partiti rifiutano il rigore e le rigidit dell'amministrazione. Il problema l'interesse privato in atto pubblico".