Bernard-Henri Lévy: il mio film dentro le guerre, contro nazionalismi

·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 21 ott. (askanews) - È stato un viaggio che ha toccato Nigeria, Ucraina, Somalia, Bangladesh, Kurdistan, Libia, Afghanistan, passando per Lesbo e il suo campo profughi, quello che Bernard-Henri Lévy ha compiuto mentre l'Occidente era chiuso e paralizzato dalla pandemia. Lévy ha girato con il regista Marc Roussel e una squadra di cinque persone i luoghi più difficili e pericolosi del mondo, testimoniando sul campo guerre, persecuzioni, conflitti, crisi umanitarie. Il risultato è il film "Une autre idée du monde/The will to see", presentato alla Festa del cinema di Roma dallo stesso filosofo e scrittore francese. "Oggi c'è un'idea del mondo incarnata da populisti, nazionalisti, dall'ultradestra, che cresce in Europa. - ha detto Lévy - Qui presentiamo un'idea del mondo diversa, aperta agli altri, che rifiuta l'egoismo, che pratica la fratellanza, la solidarietà, l'internazionalismo. Questo film è un manifesto dell'internazionalismo".

Nel film vediamo Lévy che si immerge nei luoghi di conflitto, va in prima linea, mostra cosa sia oggi una guerra, quali atrocità si consumino in alcuni Paesi. "L'obiettivo del film è arrivare sul campo di battaglia prima che sia troppo tardi, per denunciare e evitare altre morti. - ha affermato - E' un modo per dire al pubblico: c'è un grande massacro in Nigeria contro i cristiani e non è finito, possiamo intervenire, c'è ancora tempo. Vorrei che lo vedessero in Vaticano, non so se siano pienamente al corrente di cosa avviene lì, ma gli islamisti possono essere fermati".

In un paio di occasioni, in Libia e in Panshir, lui e la troupe sono stati in serio pericolo, ma secondo Lévy oggi il vero pericolo è un altro: "Per me il più grande rischio è non fare il nostro lavoro, non tenere fede al nostro compito" ha detto, e poi ha concluso: "Vorrei che i leader occidentali avessero la volontà di guardare e di fare qualcosa".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli