Bernardo non esclude di poter avere dei no vax in giunta a Milano

·2 minuto per la lettura

AGI - "Il candidato del centrodestra a palazzo Marino Luca Bernardo, non esclude l'eventualità di poter aver nella sua Giunta, in caso di elezione, un no vax ma gli consiglierebbe "sicuramente di vaccinarsi, come medico".

Sono bastate queste parole per far scoppiare la polemica. A nulla è servito che Bernardo puntualizzasse di essere favorevole ai vaccini. "Non escludo, ma sicuramente gli consiglierei di vaccinarsi, come medico, non come candidato - aveva detto - Da medico consiglio a tutti di vaccinarsi e per questo se ci sono no vax che non hanno ancora compreso l'importanza dei vaccini noi siamo pronti a spiegarlo".

La reazione degli avversari politici è stata immediata. Silvia Roggiani la segretaria metropolitana del PD Milano parla di "affermazioni pericolose e gravissime, ancora di più perch* pronunciate da un medico. Un medico che, non solo porta la pistola in ospedale, ma ripudia il suo stesso ruolo pur di raccattare qualche voto".

Per Filippo Barberis capogruppo PD a Palazzo Marino, da Bernardo è arrivato "un messaggio pericoloso. Un candidato sindaco per di più medico che non esclude di avere propri membri di giunta no Vax è doppiamente pericoloso".

Scende in campo in 'difesa' di Bernardo, Manfredi Palmeri, Consigliere comunale liberale e Candidato nella Lista Civica Luca Bernardo Sindaco, spiegando che questi non ha ripudiato affatto il suo ruolo di medico per i no vax ma ha fatto "l'esatto contrario".

"Bernardo, che dal primo giorno ha affermato chiaramente l'importanza dei vaccini, ha risposto proprio da medico - spiega Manfredi Palmeri - evidenziando che avrebbe suggerito loro di vaccinarsi, confidando pure di convincerli a farlo sulla base di elementi scientifici. E ha evidenziato come sia disposto a dialogare con loro per spiegare queste ragioni".

Anche il diretto interessato, Luca Bernardo, parla di "strumentalizzazione" delle sue parole. "Strumentalizzare le parole di un medico che ha combattuto il covid in corsia è semplicemente un insulto" scrive in una nota, Bernardo.

"Capisco che la sinistra non possa parlare di Milano, visti i problemi della città, ma - sottolinea - creare ogni giorno un caso strumentalizzando le mie parole non porterà lontano chi si comporta in questo modo. Ribadisco di essere contro ogni tipo di violenza e che da medico consiglio a tutti di vaccinarsi".

"Per noi - continua Bernardo - vale il principio della democrazia fondato sulla liberta' e sul dialogo e siamo pronti a confrontarci con quanti non hanno ancora compreso l'importanza dei vaccini. Il Pd di democratico forse ha solo il nome, ma nei fatti non mi pare. D'altra parte in giunta loro accettano i centri sociali" 

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli