Bernie Sanders ha vinto in New Hampshire

Rita Lofano

Vince Bernie Sanders alle primarie democratiche del New Hampshire ma di misura rispetto al giovane ex sindaco Pete Buttigieg. Terza Amy Klobuchar, con un risultato oltre le attese arrivato dopo la positiva performance ai caucus dell'Iowa.

Una notte da dimenticare per Elizabeth Warren - che il presidente Donald Trump è tornato a sbeffeggiare chiamandola Pocahontas - e soprattutto per l'ex vice presidente Joe Biden, rispettivamente al quarto e quinto posto, senza neppure raggiungere la soglia minima del 15% necessaria per aggiudicarsi alcuni dei 24 delegati in palio nello Stato del Granito.

Pur riconoscendo la sconfitta, Warren e Biden, hanno escluso di voler abbandonare il campo spiegando che questo "è solo l'inizio". L'ex numero due di Barack Obama ha detto che per lui il trampolino di lancio saranno le primarie del Nevada e della Carolina del Sud.

Dal 1972, solo i candidati democratici che si sono piazzati tra i primi due nel New Hampshire sono riusciti a vincere la nomination. Non a caso, l'imprenditore Andrew Yang e il senatore del Colorado Michael Bennet hanno annunciato il ritiro cosi' come l'ex governatore del Massachusetts Deval Patrick.

"Grazie New Hampshire... è l'inizio della fine per Donald Trump", ha esultato il 78enne Sanders che ha vinto il voto popolare ma in termini di delegati dello Stato è finito alla pari con Buttigieg. Ne hanno conquistati 8 ciascuno mentre a Kobluchar sono andati i restanti 6.

Un risultato clamoroso considerando che Buttigieg era praticamente uno sconosciuto fino a 12 mesi fa mentre Sanders aveva vinto le primarie del New Hampshire anche nel 2016, ma con il 60% dei consensi, contro l'attuale 26% circa. Per l'incoronazione del partito dell'Asinello servono 1.991 delegati. Al momento, la classifica generale vede Buttigieg in testa con 23 delegati, seguito da Sanders con 21, Warren con 8, Klobuchar con 7 e Biden fanalino di coda con 6.

Come aveva fatto nell'Iowa, Buttigieg ha tenuto un trionfante discorso, sottolineando come gli elettori del New Hampshire abbiano deciso che "un sindaco della classe media e veterano del Midwest sia la scelta giusta per sfidare questo presidente". Con una spallata a Sanders, che poco prima aveva detto di rispettare, il 38enne Buttigieg ha esortato a respingere chi pretende la rivoluzione.

Il prossimo appuntamento è con i caucus del Nevada il 22 febbraio, seguito dalle primarie della Carolina del Sud il 29 febbraio. Un terzo dei delegati dem sarà assegnato al Super Tuesday del prossimo 3 marzo quando entrerà in gioco anche Michael Bloomberg, balzato al terzo posto nei sondaggi nazionali a suon di spot milionari. L'ex sindaco di New York esordirà la prossima settimana sul palco del nono dibattito tra i candidati democratici in programma a Las Vegas il 19 febbraio.