Bernini: antisemitismo resta minaccia terribile

Pol/Bar

Roma, 27 gen. (askanews) - "'Non dobbiamo consentire che il nostro passato diventi il futuro dei nostri figli'. Questa frase del premio Nobel per la pace Elie Wiesel racchiude compiutamente il senso più autentico del Giorno della Memoria. Coltivare la memoria della Shoah resta un dovere ineludibile, perché l'antisemitismo è purtroppo una minaccia ancora attuale". Lo ha dichiarato in una nota Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia.

"L'ayatollah Khamenei, guida suprema dell'Iran, per respingere le accuse di antisemitismo al suo regime ha recentemente ribadito - ha proseguito l'esponente azzurra - una teoria agghiacciante, ossia che l'obiettivo è quello di distruggere Israele, non gli ebrei. Come se Israele non fosse lo Stato degli ebrei che è nato, esiste e resiste per difenderli in tutto il mondo. Io credo che la Commissione parlamentare contro l'antisemitismo dovrà necessariamente mettere al centro dei suoi lavori la condanna dei regimi che tendono a distinguere il diritto all'esistenza di Israele dalla sorte degli ebrei. Una narrazione che distorce la storia e la memoria, e che purtroppo sta trovando proseliti anche in Italia e in Europa".

"Forza Italia - ha concluso Bernini - ha depositato una mozione al Senato per approfondire questi temi cruciali e per rafforzare la lotta all'antisemitismo e all'antisionismo, che non possono essere disgiunte".