Bernini (Fi): dovere morale riaffermare la verità sulle foibe

Rea

Roma, 10 feb. (askanews) - "Ricordare i martiri delle Foibe non significa giustificare i crimini fascisti contro le popolazioni slave, come qualcuno a sinistra cerca subdolamente di insinuare. Significa solo riaffermare una verità storica troppo a lungo taciuta e rendere giustizia agli italiani senza colpa barbaramente assassinati dai partigiani comunisti di Tito. E' un dovere morale. Ogni tipo di negazionismo o di riduzionismo va dunque condannato senza se e senza ma, per l'Olocausto come per le foibe, per arrivare a una memoria finalmente condivisa nel solco delle sagge e inequivocabili parole pronunciate dal presidente Mattarella, e a questo proposito ritengo molto grave la posizione dell'Anpi, che del negazionismo sulle Foibe ha fatto anche quest'anno la sua triste bandiera. Una posizione su cui non ho finora ascoltato nessuna condanna esplicita da parte della sinistra". Lo dichiara Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia.