Bernini (FI): manovra rivista, di male in peggio

Fdv

Roma, 29 ott. (askanews) - "All'immediata vigilia della presentazione in Parlamento, fonti di Palazzo Chigi hanno annunciato che il Mef è ancora alla ricerca di risorse per alleggerire la tassazione, ma intanto restano la sugar tax e la tassa sulla plastica, che penalizzeranno pesantemente le aziende italiane. Il raddoppio del prezzo della plastica, in particolare, avrà gravi conseguenze anche sui consumatori. L'unica buona notizia è la marcia indietro sulla cedolare secca, ma i finanziamenti per il taglio del cuneo fiscale e per industria 4.0 restano largamente insufficienti. Con una prospettiva di crescita vicina allo zero, l'Italia avrebbe bisogno di una manovra coraggiosa, di segno esattamente opposto a quella delle sinistre, che è quasi tutta in deficit, con interventi incisivi sulla spesa pubblica improduttiva a vantaggio degli investimenti, che invece restano al palo. Di male in peggio, dunque". Lo dichiara Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia.