Bernini (Fi): Renzi spudorato, vive di contraddizioni

Pol/Bac

Roma, 28 ott. (askanews) - "Renzi, con le contorsioni degli ultimi mesi, sta mettendo a nudo tutte le sue peggiori pulsioni, oltre che il disprezzo per la volontà popolare: oggi infatti dà (giustamente) per scontato che in caso di elezioni politiche il risultato sarebbe stato uguale a quello umbro, e rivendica con orgoglio di aver impedito, grazie alla sua manovra di Palazzo, la vittoria nazionale del centrodestra". Lo dichiara Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia.

"Ma sbandierare come un trofeo questo schiaffo alla maggioranza degli italiani rivela in lui - aggiunge - una profonda cultura antidemocratica, così come giudicare la sconfitta giallorossa in Umbria come figlia di un accordo sbagliato nei tempi e nei modi smaschera in un colpo solo le contraddizioni del suo tatticismo di corto respiro: se l'alleanza in Umbria è stata sbagliata perché fatta "in fretta e furia, senza un'idea condivisa" - parole sue - in cosa diverge mai da quella che ha portato al Conte bis, di cui lui è stato il più strenuo promotore? Ma in politica i nodi vengono sempre al pettine: non si gioca con la democrazia e con gli elettori", conclude.