Bernini (Fi): ritiro ArcelorMittal colpo mortale all'industria

Pol/Bar

Roma, 4 nov. (askanews) - "Il ritiro di Arcelor Mittal dall'Ilva rappresenta un colpo mortale all'industria dell'acciaio italiano, se si pensa che la crisi dell'Ilva, dagli arresti del 2012 a oggi ha già bruciato 23 miliardi di euro di Pil". Lo ha dichiarato in una nota Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia.

"L'obiettivo strategico del Movimento Cinque Stelle di trasformare Taranto in un cimitero industriale - ha aggiunto - è stato quindi centrato, e quanto sta accadendo è un'autentica vergogna nazionale, una tragedia per l'occupazione e per lo sviluppo".

"La soluzione finale è arrivata con la fiducia sul decreto Imprese, in cui l'attuale governo, con l'appoggio del Pd e di Italia Viva, ha fatto sparire la norma sullo scudo penale per ArcelorMittal, cancellando così una misura necessaria per rilanciare e bonificare l'ex Ilva, disattendendo gli impegni sottoscritti. E' la conferma che un governo a trazione grillina porta l'Italia al disastro", ha concluso Bernini.