Bernini (Fi): tutelare nostri soldati primo interesse nazionale

Pol/Luc

Roma, 3 gen. (askanews) - "L'ondivaga politica estera del governo Conte non tutela l'interesse nazionale, come dimostra la ritirata poco strategica dalla Libia, ma l'escalation militare in atto pone in primo piano soprattutto la tutela dei nostri militari impegnati nelle missioni all'estero, a partire dagli 800 addestratori presenti in Iraq e dai mille soldati impiegati con l'Onu tra Libano e Israele. Innalzare i livelli di sicurezza per i nostri contingenti è stato un primo passo necessario ma non sufficiente: serve una forte iniziativa diplomatica a livello europeo per scongiurare lo scenario di una guerra devastante, e bisogna soprattutto evitare divisioni politiche interne che non farebbero altro che accrescere i rischi per i nostri militari". Lo dichiara Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia.