Bernini: Sardine apolitiche? No, costola della sinistra

Rea

Roma, 17 gen. (askanews) - "Il portavoce delle Sardine, Mattia Santori, sostiene che sarebbe bello incontrare Giuseppe Conte per parlare dei decreti sicurezza. Dovevano essere apartitiche e apolitiche e invece si sono rivelate l'ennesima costola della sinistra. Hanno raccontato che non sarebbero entrate nel merito dei temi e invece pretendono di dettare l'agenda politica. Come? Distruggendo i decreti sicurezza grazie ai quali, almeno, si è cominciato a mettere un freno all'immigrazione incontrollata dopo anni di malagestione del fenomeno migratorio da parte delle sinistre. Le sardine hanno gettato la maschera". Lo dichiara Anna Maria Bernini, presidente dei senatori di Forza Italia.

"E allora lo dicano chiaramente: dopo aver espresso la loro chiara e inequivocabile preferenza per Bonaccini, ora intendono sostenere anche il Governo più a sinistra della storia e che non gode di alcuna legittimazione popolare? Se ne facciano una ragione: dall'Emilia-Romagna il prossimo 26 gennaio partirà il vero cambiamento che, finalmente, travolgerà questo Governo, tutte le sue assurde tasse e tutte le folli proposte destinate a paralizzare il Paese".