Bernini: serve shock fiscale con drastica riduzione Irpef

Adm

Roma, 2 ott. (askanews) - L'Italia ha bisogno di uno "shock fiscale", lo dice la presidente dei senatori Fi Anna Maria Bernini. "La Nadef è priva di strumenti per la crescita. Genererà solo tante tasse e nuovo debito. Proprio quello di cui l'Italia non ha bisogno. Si 'sussurra' una rimodulazione fiscale, ma dietro questa parolina si nascondono aumenti selvaggi su quei prodotti che oggi sono protetti dall'Iva agevolata al 4 ed al 10%".

Spiega la Bernini: "Non sono prodotti di lusso o per pochi privilegiati ma, al contrario, sono beni alimentari di prima necessità come latte, uova, carne, pesce, zucchero, legumi o beni di uso comune come pizza e caffè. Oltre alle tariffe di luce, gas e trasporto pubblico. Una mazzata catastrofica, che colpirebbe soprattutto le fasce più deboli, il ceto medio già tanto in difficoltà. E quindi le imprese. Altra proposta assurda è quella di introdurre una nuova tassa per penalizzare chi utilizza i contanti".

"La ricetta di Forza Italia è molto semplice: - conclude - abbassare le tasse alle imprese così che possano investire ed assumere; ai lavoratori per rendere più pesante la loro busta paga e alle famiglie che sono il cuore pulsante della nostra società. Forza Italia chiede, dunque, uno shock fiscale con una drastica riduzione dell'Irpef così da imboccare un percorso virtuoso e progressivo verso un'aliquota unica. Dobbiamo lavorare per un'Italia che cresce e che investe nelle proprie capacità".