Berrettini fa la Storia e vola in semifinale a Wimbledon. Italia protagonista ancora a Londra

·1 minuto per la lettura
Tennis - Wimbledon - All England Lawn Tennis and Croquet Club, London, Britain - July 7, 2021  Italy's Matteo Berrettini reacts during his quarter final match against Canada's Felix Auger Aliassime REUTERS/Peter Nicholls (Photo: PETER NICHOLLS via REUTERS)
Tennis - Wimbledon - All England Lawn Tennis and Croquet Club, London, Britain - July 7, 2021 Italy's Matteo Berrettini reacts during his quarter final match against Canada's Felix Auger Aliassime REUTERS/Peter Nicholls (Photo: PETER NICHOLLS via REUTERS)

Matteo Berrettini entra nella Storia di Wimbledon e del tennis italiano. Batte per tre set a uno (6-3, 5-7, 7-5, 6-3) nei quarti il canadese Felix Auger-Aliassime ed arriva alle semifinali del torneo, secondo italiano dopo Pietrangeli ad arrivare così avanti nello slam londinese. Incontrerà venerdì Hubert Hurkacz che ha eliminato la leggenda Roger Federer. Il tennista romano incrocia il destino dell’Italia del calcio a Londra, anche se per lui, per ora, è semifinale. Ma è un gran momento per i colori azzurri.

Era dal 1998 che un tennista italiano non giungeva tra i primi otto a Wimbledon, Berrettini è il quinto in assoluto (dopo De Morpurgo, Pietrangeli, Panatta e Sanguinetti) e ora è il secondo a qualificarsi per le semifinali: l’unico a farcela è stato nel 1960 Nicola Pietrangeli, che fu sconfitto 6-4 al quinto da Rod Laver.

Finisce, quindi, ai quarti di finale il cammino di Roger Federer. Il 39enne campione svizzero, numero 8 del ranking e sesto favorito del seeding, è stato sconfitto da Hubert Hurkacz, numero 18 Atp. Il polacco è stato capace di imporsi sull’otto volte vincitore di Wimbledon in tre set con il punteggio di 6-3, 7-6, 6-0 in un’ora e 51 minuti.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli