Bersani: "Ci vogliono leoni per fare riforme, non giaguari"

webinfo@adnkronos.com

"Qui non ci vogliono giaguari ….. Ma ci vuole il coraggio di affrontare le riforme. Ci vogliono più leoni che giaguari". Queste le parole di Pier Luigi Bersani, parlamentare di Liberi e Uguali, ad Agorà Estate Rai Tre, con riferimento alle dichiarazioni di Buffagni nell’intervista di oggi sul quotidiano Il Corriere della Sera. L'esponente M5S ha detto di condividere "l'esigenza di accelerare e cominciare a correre e non mi sembra di avere accanto dei ghepardi", con implicito riferimento ai partner di governo del Pd. "Se fai una riforma fiscale, è difficile farla senza che qualcuno ci rimetta. Se fai la riforma del lavoro dovrai fare a cazzotti con le false cooperative, con la moltiplicazione di contratti pirata: e saranno battaglie", dice. 

Bersani evidenzia la necessità di attuare riforme, "sono quelle cose cambiano i muri portanti di un settore. Il fisco è un colabrodo: non ha più nè progressività né generalità. E' risibile mettersi a discutere di Irpef e Iva, con un'evasione dell'Iva del 30% e con un'Irpef colabrodo. Bisogna fare una riforma fiscale, cominciano ad arrivare le proposte. Ci vuole un po' di coraggio, come in altri settori". "Quando i partiti stanno fermi sull'iniziativa politica finiscono per tirarsi in casa le tensioni che poi vengono scaricate sul governo. Il M5S deve fare il punto dell'esperienza vissuta sin qui e deve decidere se prendere una piega identitaria, un po' profetica e movimentista, o se pensa di stare stabilmente nel campo riformista. Al Pd e alle sinistre varie tocca aprire un cantiere che sulla base di un nuovo programma raccolga forze e aumenti il potenziale", prosegue.