Bestemmie in pubblico? Ora vengono multate fino a 400 euro!


Le bestemmie in pubblico ora si pagano care in provincia di Padova. Nel comune di Saonara, infatti, l'amministrazione comunale ha deciso di fermarle con un nuovo regolamento - che a molti potrà sembrare drastico, mentre altri lo troveranno giusto.

La polizia urbana che "coglierà in fallo" i trasgressori che bestemmiano ad alta voce in luogo pubblico, infatti, potrà infliggere loro una multa della cifra di 400 euro in base alla nuova norma intitolata "A salvaguardia del decoro, dell’igiene, della pulizia, della sicurezza e dell’immagine urbana".



“È un tentativo di arginare un malcostume che, soprattutto tra gli under 18, è diffusissimo” ha spiegato il sindaco di Saonara, Walter Stefan, che ha constatato da tempo che la deriva verso il turpiloquio in pubblico nella sua città è ormai diventata un'abitudine.


In Veneto, d'altronde, si sa, l'imprecazione è più comune che in altre regioni. "Qua in Veneto è considerata un intercalare e ognuno a casa propria è libero di fare ciò che vuole" ha commentato il sindaco, aggiungendo: "Posso capire quando un'imprecazione esce dalla bocca perché magari qualcuno si fa male, ma altrimenti no... Non è questione di fare la morale, è però necessaria un'educazione di base che ormai manca da troppo tempo. Spiace sentire alcuni giovanissimi, spesso anche ragazze, che gridano e bestemmiano tra una parola e l'altra".



GUARDA ANCHE: DIRE LE PAROLACCE DAVANTI AI FIGLI: Sì O NO?