Beve bicarbonato e gli "esplode" lo stomaco: incidente dopo grigliata, cos'è successo

Beve bicarbonato e gli
Beve bicarbonato e gli "esplode" lo stomaco: incidente dopo grigliata, cos'è successo

Acqua e bicarbonato è il classico rimedio dopo una grande abbuffata, ma quanto successo a un uomo di Modena ha dell'incredibile. Qualcosa, infatti, non è andata nel verso giusto e il 43enne è stato costretto a ricorrere alle cure ospedaliere.

Secondo quanto riportato da Il Resto del Carlino, infatti, l'uomo si è recato all'ospedale di Baggiovara in seguito a fortissimi dolori la sera di Pasquetta, intorno alle 22.50. I medici avevano immediatamente ipotizzato una pancreatite acuta, ma solo successivamente è emersa una perforazione gastrica. La causa, secondo quanto riferito dai medici che hanno parlato col paziente, sarebbe stato il mix di acqua frizzante e due cucchiai interi di bicarbonato.

"Occorre prestare grande attenzione all'alimentazione, non solo alla quantità di cibo che si ingerisce, ma anche a che alimenti si mischiano" ha spiegato Micaela Piccoli, a capo dell'equipe chirurgica che si è presa cura del 43enne. L'uomo, infatti, è stato operato per una resezione gastrica subtotale e dovrà subire ulteriori operazioni per guarire dalla perforazione.

Il 43enne, giunto in ospedale, ha raccontato di aver avvertito "una sorta di esplosione, una forte pressione a livello dello stomaco, come se ci fosse stata una lacerazione". "Ho capito subito che era successo qualcosa di grave" aveva spiegato. Quando il 43enne ha iniziato ad avere i primi sintomi, dolori addominali e difficoltà a parlare, ha chiesto alla compagna di chiamare il 118.

"Una perforazione rara, una diagnosi non tempestiva può portare alla morte nel 75% dei casi" ha evidenziato la dottoressa Piccoli.

VIDEO - Non tutti possono assumere bicarbonato: i rischi

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli