Beyoncé e Jay-Z, casa in fiamme: incendio domato dopo 2 ore

·2 minuto per la lettura
beyonce e jay z casa in fiamme
beyonce e jay z casa in fiamme

Serata da incubo per Beyoncé e Jay-Z: si sono ritrovati con la casa in fiamme. L’incendio ha richiesto l’intervento di ben 22 vigili del fuoco, che sono riusciti a domare il tutto dopo oltre due ore di lavoro.

Beyoncé e Jay-Z: casa in fiamme

Casa in fiamme per Beyoncé e Jay-Z. Nella serata di mercoledì 21 luglio, la villa della nota coppia situata a New Orleans ha preso fuoco. Stando a quanto riporta NewYorkPost, l’allarme è scattato grazie ad un rilevatore di fumo correttamente funzionante. Per spegnere l’incendio sono stati necessari ben 22 vigili del fuoco, che hanno impiegato oltre due ore per domare le fiamme. Fortunatamente non si sono registrate vittime o feriti.

Beyoncé e Jay-Z, casa in fiamme: i dettagli

La villa di Beyoncé e Jay-z non è una casa qualsiasi. Si tratta di una dimora storica barocca spagnola, situata nel Garden District, del valore di 2,4 milioni di dollari. La casa è stata acquistata dalla Sugarcane Park LLC, gestita dalla madre della cantante, nel 2015. Costruita nel 1927 come chiesa presbiteriana di Westminster, negli anni ha ospitato anche una compagnia di balletto. Nel 2000 è stata trasformata in residenza con sei camere da letto e una grande sala che un tempo era un santurario.

Stando a quanto dichiarato da un portavoce a The Post, se i vigili del fuoco non fossero arrivati in tempo i danni sarebbero stati ingenti.

Beyoncé e Jay-Z, casa in fiamme: i danni

Al momento, né Beyoncé e né tantomeno Jay-Z hanno confermato la notizia della casa in fiamme. Il silenzio è stato rispettato anche da un rappresentate della coppia, che ha preferito non rispondere alle domande del The Post. I fan possono comunque stare tranquilli perché non si sono registrati feriti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli