Beyoncé: "In gravidanza pesavo 100 kg, ho subito un cesareo d'emergenza. Le mie origini? Discendo da uno schiavista"

Huffington Post
Beyonce si racconta come non aveva mai fatto prima alla rivista Vogue, che le

Beyoncé si racconta come non aveva mai fatto prima alla rivista Vogue, che le concede il ruolo di protagonista indiscussa per la cover del numero di settembre. La cantante, infatti, ha raccontato i retroscena della sua gravidanza e del suo parto dei gemelli Rumi e Sir, del suo percorso di accettazione fisica, del perdono concesso al marito Jay Z e delle sue origini famigliari.

La star del pop mondiale ha raccontato le difficoltà legate alla sua seconda gravidanza: "Ero arrivata a pesare 100 kg. Ero gonfia a causa della tossiemia (aumento degli scarti metabolici nel sangue e nei tessuti, ndr) ed era un mese che non mi muovevo dal letto. La salute mia e quella dei miei bambini era a rischio, perciò ho dovuto subire un parto cesareo d'emergenza". I bambini hanno trascorso un lungo periodo in terapia intensiva neonatale prima di tornare a casa insieme a mamma Beyoncé, papà Jay Z e alla sorellina maggiore Blue Ivy.

Nelle foto sul numero di Vogue, Beyoncé indossa abiti e accessori della casa di moda italiana Gucci. L'autore degli scatti è il 23enne Tyler Mitchell, il primo fotografo afroamericano a firmare la copertina della rivista.

Nelle foto, la cantante si mostra senza make up, a dimostrazione del percorso di accettazione affrontato dopo la maternità: "Dopo il cesareo sentivo il mio corpo cambiato, avevo subito un intervento importante. Durante la convalescenza, ho cercato di imparare a volermi bene e a prendermi cura di me stessa. Ho accettato il mio corpo più formoso. Ho accettato ciò che il mio corpo voleva essere. Ancora oggi le mie braccia, le mie spalle, il seno e le gambe sono più piene. Ho la pancia da mamma e non ho alcuna fretta di sbarazzarmene, penso che mi renda autentica".

La cantante ha poi parlato delle sue origini famigliari, rivelando un particolare inedito. "Recentemente ho fatto una ricerca per conoscere le mie origini, e ho scoperto che discendo da un latifondista e proprietario di schiavi che si è innamorato e poi sposato...

Continua a leggere su HuffPost