Bianca Guaccero contro le fake news: lo sfogo della conduttrice

Bianca Guaccero

Durante la puntata di “Detto Fatto”, Bianca Guaccero ha fatto un’affermazione piuttosto insolita, subito ripresa da tutti i giornali – anche autorevoli – ma che si è presto rivelata essere una fake news. La conduttrice, esterrefatta, si è scagliata contro il sistema dei media, colpevole di alimentare “affari di Stato inutili” e di diffondere notizie non veritiere, tralasciando invece gli argomenti seri.

Bianca Guaccero contro le fake news

Bianca Guaccero ha origini pugliesi, ha 38 anni ed è attrice, cantante e conduttrice televisiva. Tipica bellezza mediterranea, Bianca ha sempre conquistato tutti, oltre che per il suo aspetto fisico, anche per le sue capacità professionali.

Durante la puntata del programma televisivo “Detto Fatto” del 2 dicembre, di cui la bellissima trentottenne è alla conduzione, Bianca avrebbe affermato di avere solo un capezzolo, scatenando così il chiacchiericcio sul web, ma soprattutto su testate nazionali come “Il Fatto Quotidiano” e “Il Giornale”. In studio, il pubblico era letteralmente senza parole.

La sua affermazione ha suscitato non poche perplessità. La puntata è poi proseguita con altre affermazioni piuttosto insolite, tra cui quella secondo cui Jonathan Kashanian avrebbe mostrato le sue mutandine in diretta TV.

Bianca Guaccero

L’accusa ai giornali

La conduttrice televisiva, dopo aver visto che anche i quotidiani autorevoli hanno preso per vere le sue parole, è rimasta esterrefatta: “Chiedo scusa, ma io sono molto più seria. È colpa di Jonathan se faccio questi giri e se ogni volta finisco su tutti i blog”. Con questa affermazione, la Guaccero ha rivelato la falsità delle proprie parole e ha aggiunto: “Noi abbiamo scherzato come facciamo ogni giorno. Poi però, come ogni mattina, abbiamo aperto i giornali e abbiamo trovato questi titoli su giornali seri ed autorevoli. Facevo solo ironia. Quindi, prima di scrivere cose serie ascoltate! Questa storia è diventata un affare di Stato inutile. Pensate alle cose serie!”.