Bianca Miriam Tedone, candidata sindaco per le liste Potere al Popolo

·2 minuto per la lettura

Ho 28 anni e sono nata e cresciuta a Milano, a parte un periodo di studio all’estero all’Università. Sono laureata in giurisprudenza e dopo due anni di tirocini da precaria e un lavoro in azienda, da un anno e mezzo lavoro nell’amministrazione dell’Università degli studi di Milano, nella Direzione Legale. Sono volontaria nella Brigata Abd Elsalam di Corvetto, che sostiene le famiglie in difficoltà del quartiere. Sono iscritta alla facoltà di Filosofia presso Unimi. Amo la montagna e sono appassionata di calcio. Mi sono interessata di attivismo sociale e politico fin dagli anni del liceo, scrivendo su giornali studenteschi e di quartiere. In università mi sono avvicinata alla rappresentanza studentesca, ma me ne sono allontanata con delusione e sconforto, rendendomi conto che la “sinistra istituzionale” era priva di qualsiasi spinta trasformatrice e anzi pienamente integrata nel sistema di potere dominante oltre che attraversata da carrierismo personale. Dopo 3 anni di allontanamento dalla politica, sono venuta a sapere della costruzione di Potere al Popolo che mi ha da subito entusiasmato, sembrandomi qualcosa di nettamente diverso da tutte le dinamiche viste in precedenza; un progetto politico che sposo in pieno e con il quale portiamo in tutta Italia la rappresentanza dei settori sociali sfruttati, per la costruzione di un fronte di opposizione alle politiche di austerità, precarizzazione del mondo del lavoro, e di taglio e privatizzazione dei servizi pubblici perseguite sia da centrodestra che da centrosinistra. Dall’aprile del 2018 partecipo attivamente come militante di Potere al Popolo, alle campagne e mobilitazioni che abbiamo portato avanti; dalle mobilitazioni a supporto dei riders, alle contestazioni a Sala, alle campagne di denuncia contro gli aumenti dei costi dei trasporti, per una sanità pubblica sottratta alla speculazione dei privati e per la sospensione dei brevetti sui vaccini e contro le grandi opere inutili come l’autostrada Pedemontana

Il Programma:

Ristrutturazione e Assegnazione immediata delle migliaia di alloggi popolari vuoti e inagibili

Tetto agli affitti privati per lavoratori, studenti pensionati

Blocco immediato degli sfratti

Stop esternalizzazione dei servizi pubblici del Comune a privati e potenziamento degli organici con assunzione pubblica diretta, soprattutto nei settori: servizi sociali/cultura ed educazione/mobilità

Recupero del patrimonio immobiliare pubblico e privato da destinare esclusivamente a servizi pubblici case popolari e verde

Potenziamento del trasporto pubblico su linee interperiferiche e revisione sistema tariffario del trasporto con obiettivo trasporto pubblico gratuito

Trasformazione delle Spa che gestiscono servizi pubblici (ad es. MM e Atm) in enti pubblici

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli