Biancamano: ordinanza, 'Pizzimbone spregiudicato, soldi gruppo su conti personali' (2)

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – In particolare sono due le operazioni finite nel mirino della procura di Milano e che vedono al centro sempre l'ex presidente Pizzimbone considerato il 'dominus' del gruppo. Il primo è il finanziamento infruttifero per un milione di euro concesso dalla controllante nel 2013 con "il solo scopo di indurre il ceto creditorio (e in primo luogo gli istituti di credito)" a sottoscrivere l'accordo "nella piena consapevolezza che la società a favore della quale lo stesso veniva erogato" ovvero Energeticambiente "non avrebbe mai potuto rispettare le condizioni al cui avveramento era subordinata la restituzione del prestito". Per il gip Mascarino "Ancor più manifesta è apparsa l'indole spregiudicata di Pizzimbone nella gestione dell'operazione relativa al preliminare di vendita dell'immobile in viale Orles a Milano, operazioni che presenta tali e tante anomalie da rendere sospetto il fatto che nessuno degli organi di controllo della società abbia sollevato obiezioni".

Pizzimbone per realizzare il proprio progetto si circonda da un lato di persone competenti in campo giuridico e economico e "abili utilizzatori degli strumenti attraverso i quali attuare lo svuotamento delle casse sociali" (gli ex vertici Massimo Dalbecchi e Alessandra De Andreis, entrambi ai domiciliari) e, dall'altro, di veri e propri 'yes-men', "gestiti come marionette dal vero dominus del gruppo e sempre pronti ad accettare scomode cariche sociali o ad apporre prontamente firme su documenti già predisposti da Pizzimbone e dal suo entourage di consulenti", ossia Giovanni Roggero e Ventura Achille. 'Teste di legno' a cui far firmare carte e che "avranno avuto una qualche forma di contropartita economica nell'arrischiarsi a compiere operazioni cosi spregiudicate".

Delbecchi viene descritto, nell'ordinanza firmata dal gip Mascarino, come il "fidato consulente di Pizzimbone insieme al quale escogita l'elaborato meccanismo delle cessioni di credito finalizzato a portare i soldi dal gruppo a una società filtro di diritto cipriota e quindi sui conti svizzeri personali di Pizzimbone, mentre De Andreis è "sempre disponibile a dare il proprio contributo, spesso indispensabile, perfettamente consapevole delle conseguenze anche di carattere penale" che può comportare.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli