Bianchi: scuola deve unire, a settembre una presenza consapevole

·1 minuto per la lettura
featured 1440961
featured 1440961

Milano, 21 lug. (askanews) – “Bisogna ritrovare una scansione fondamentale del Paese, la scuola non può essere materia di divisione, ma deve essere punto di unione. Tutti a ogni livello dobbiamo riportare la scuola al centro della nostra comunità”. Il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi ha concluso così il proprio intervento davanti alla Commissione parlamentare per l’infanzia e l’adolescenza.

“L’obiettivo – ha aggiunto Bianchi – è riaprire in presenza a settembre, però è anche quello di avere una presenza diversa, più consapevole da parte di tutti e una coscienza più profonda del ruolo della scuola nel nostro Paese in questo momento, perché non ci può essere rilancio se non rimettiamo la scuola al centro”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli